I pareri degli esperti sul gioco d’azzardo online

Le leggi di gioco online australiane applicate anche ai casino online che rispettano la legge sono sotto “revisione” ad opera della Digital Industry Group Association della quale fanno parte i social più importanti ed amati dai giovani ed anche meno giovani: Facebook, Google, Twitter, Microsoft e Yahoo. Queste “potenze digitali” guardano all’obbiettivo di questa revisione che vuole valutare se misure più importanti, restrittive e severe potrebbero trattenere gli scommettitori dall’utilizzare i siti di gioco internazionali “illegali”. Secondo i social… nessuna norma, seppur restrittiva e severa, può ottenere questo “grande risultato”. A parte le difficoltà pratiche per affrontare queste restrizioni o qualsiasi possibilità di filtrare internet chi “potrebbe determinare se un servizio è illegale” e verrebbero magari bloccati interi siti web dove coesisterebbero servizi legali che illegali.

Il Gruppo pensa che qualsiasi tentativo di bloccare siti di gioco d’azzardo online considerati illegali sia un “percorso impraticabile” poiché esistono tantissimi modi tecnologici per andare in giro filtrando il sito web e la disponibilità di informazioni su come utilizzare le reti private virtuali (VPN). C’è un’altra preoccupazione che assale il Gruppo, quella della sua responsabilità legale nel “tagliare” l’accesso a siti web commerciali. Insomma, sarebbe praticamente impensabile ed impercorribile il percorso di “bloccaggio” ci sarebbero troppi ostacoli e troppi orpelli da superare dovendo effettuare uno slalom tra siti che hanno una parte di servizi legali ed un’altra no. Si andrebbero a toccare interessi commerciali importanti e vi sarebbero delle “contro partite” difficili da superare. Il parere dei social è che sia difficile mettere “ufficialmente” un freno, con norme restrittive, all’accesso ai siti internazionali illegali.